Museo Civico Archeologico

Il Museo archeologico comunale di Atina è uno dei musei civici della provincia di Frosinone. Fu istituito nel 1978 e nel 2000 fu trasferito al piano superiore dell’ex edificio scolastico “Giuseppe Visocchi”.Il museo è composto da cinque sale espositive in cui sono raccolti i principali reperti archeologici provenienti dalla Valle di Comino dall'età preistorica ai numerosi reperti sanniti e romani. Oltre ai reperti rinvenuti nel territorio dalla Soprintendenza Archeologica per il Lazio il museo ospita anche una discreta quantità di reperti acquisiti attraverso donazioni private: in particolare il prof. G. Iaconelli donò al Museo Civico Archeologico di Atina un disco corazza e una figurina zoomorfa a forma di cavallino. La collezione più importante è costituita dai corredi funerari e dalle sepolture ritrovate nella necropoli Ominimorti di San Biagio Saracinisco di cui resta integra una tomba "a cappuccina" del V secolo a.C. con il relativo corredo funerario. Fra i reperti d'età romana il museo conserva un prezioso leone funerario e una serie di plastici che ricostruiscono i castra romani risalenti alle prime guerre con i sanniti che furono combattute in Val di Comino. Fra le simulazioni si trovano anche delle ricostruzioni di catapulte e armi in ferro e in bronzo. Una delle sale ospita una ricca raccolta di anfore, monili e vasellame d'argilla che testimoniano la frequentazione commerciale della zona di Atina da parte degli Etruschi.Nella sala centrale è predisposta una sala dotata di un ricco supporto didattico grazie al quale gli alunni delle scuole possono avvicinarsi alle tematiche archeologiche in modo appassionante ed istruttivo.

Info utili

  • Coordinate: 41.6193008,13.8009996
  • Giorni di apertura: Domenica Lunedì Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì Sabato
  • Info accesso: Costo del biglietto d’ingresso Euro 1.

Visualizzalo sulla mappa